Simona Caselli
375
page-template-default,page,page-id-375,cookies-not-set,stockholm-core-1.1,tribe-no-js,tribe-bar-is-disabled,select-theme-ver-5.1.8,ajax_fade,page_not_loaded,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Simona Caselli

slide_home_background Simona Casellislide_home_personaggio Simona Caselli

Passione concreta

SIMONA CASELLI

Chi sono

Sono nata e vivo a Parma; Roberto, il mio compagno di vita da oltre 25 anni – astrofisico di rilevanza internazionale – vive all’estero per ragioni di lavoro.

 

Negli ultimi 5 anni ho fatto parte della Giunta Bonaccini come Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia Romagna, incarico cui mi sono dedicata con energia e passione, nell’interesse del mio territorio e di tutta la Regione.

Dal 2017 sono anche Presidente di AREFLH, rete europea delle Regioni Ortofrutticole, della quale fanno parte 20 importanti Regioni Europee e 25 Associazioni di Produttori ortofrutticoli che rappresentano il 40% della produzione europea. Nel maggio 2019 a Bordeaux sono stata rieletta alla presidenza di AREFLH, a voti unanimi, per altri tre anni.

 

Mi sono laureata con lode in Economia e Commercio all’Università di Parma e parlo tre lingue – inglese, francese e spagnolo – che sono state di fondamentale utilità nell’esercizio del mio mandato amministrativo, che richiede frequenti e rilevanti relazioni con la UE e con le altre regioni europee.

 

Sono revisore legale iscritta all’Albo e dal 1984 al 2014 ho lavorato in cooperazione, dove mi sono sempre occupata di temi finanziari e del credito.

In particolare, dopo aver diretto il servizio finanziario della Legacoop di Parma dal 1984 al 1992, ha lavorato per 22 anni presso CCFS Consorzio Cooperativo Finanziario per lo Sviluppo, consorzio di rilevanza nazionale con sede a Reggio Emilia – dal quale sono attualmente in aspettativa – ricoprendo dapprima la carica di Tesoriere, poi quella di Direttore Commerciale e Sviluppo.

 

Nel 2011 sono stata eletta Presidente della Legacoop di Reggio Emilia, incarico che ho sempre ricoperto in concomitanza col mio ruolo di dirigente in CCFS, e nel novembre 2014 sono diventata la prima Presidente di Legacoop Emilia Ovest (nata dal raggruppamento delle organizzazioni di Reggio Emilia, Parma e Piacenza), incarico da cui mi sono dimessa a seguito della nomina ad Assessore Regionale.

 

Sono stata inoltre Consigliera di Amministrazione dell’Università degli Studi di Parma dal 2013 e fino al momento della nomina ad Assessore Regionale.

 

In ambito cooperativo ho fatto parte della Direzione Nazionale di Legacoop e della Presidenza e della Direzione di Legacoop Emilia Romagna, nonché della Commissione Nazionale Pari Opportunità dell’organizzazione.

Ho ricoperto svariati incarichi come consigliere di amministrazione e di sindaco. In particolare sono stata amministratrice di Coopfond, il Fondo Nazionale di promozione cooperativa di Legacoop e di Quadir spa, società di alta formazione cooperativa.

 

Mi sono occupata attivamente, per molti anni, di difesa dei diritti dei consumatori, come eletta dai soci Coop della provincia di Parma alla carica di Consigliere di Amministrazione di Coop Consumatori Nordest, sostenendo iniziative sociali, progetti internazionali di solidarietà e sviluppo, di promozione del commercio equo e solidale, di educazione al consumo consapevole.

Ho anche fatto parte della Direzione Nazionale delle Cooperative di Consumatori e della Direzione Operativa dell’Associazione Nazionale delle Cooperative Agricole per le politiche finanziarie.

 

Ho collaborato a diverse pubblicazioni su temi economico-finanziari e sulla cooperazione ed ho effettuato per diversi anni docenze ai Master in Economia Cooperativa presso le Università che li ospitano (Bologna, Roma 3 ed altre) ed a svariati corsi e seminari su tematiche finanziarie promossi in ambito cooperativo ed universitario locale e nazionale.

 

Mi sono sempre interessata alle attività culturali: sono socia fin dalla fondazione dell’Associazione Remo Gaibazzi e ho fatto parte in passato del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Teatro Due.

Sono inoltre da molti anni socia dell’Associazione Donne Ambientaliste e dell’ANPI e sostenitrice di Banca Etica e di ONG che si occupano di cooperazione allo sviluppo e di solidarietà, come CEFA, GVC e Medici Senza Frontiere

 

Infine, le mie passioni: i viaggi e la conoscenza, che per me vuol dire parlare (e ascoltare) gli altri, la fotografia e la musica – che sia il rock di Springsteen, degli U2 o dei Pearl Jam o il blues di Muddy Waters, Albert King, fino a Eric Clapton e BB King – , il cinema e la danza, che ho praticato da piccola. Non potrei mai fare a meno dei quadri di arte moderna, ci sono cresciuta in mezzo fin da bambina. E non potevo fare a meno dei miei mille e più libri: per accoglierli tutti, ho cambiato casa.

Percorso Politico

Per cultura familiare ho sempre considerato la politica come il luogo in cui si esercita il diritto fondamentale alla partecipazione democratica, ci si confronta e ci si batte per un comune obiettivo di avanzamento sociale. Non può essere e non deve mai diventare un lavoro; ha senso solo finché può esprimere passione, comunanza di intenti, promozione delle idee, entusiasmo. Comporta impegno (in tutti i sensi, compreso quello necessario e nobile della “manovalanza”), serietà, rigore ed onestà, perché facendo politica si assume una delle maggiori responsabilità possibili: quella di operare per il bene comune facendo il miglior uso delle risorse disponibili.

Ho iniziato le prime attività politiche alle scuole superiori ed All’università di Parma arrivando ad essere eletta come rappresentante degli studenti in Consiglio di Amministrazione.

A 23 anni sono stata eletta consigliere comunale di Parma nelle file del PCI. Dopo il 1° quinquennio, a 28 anni, ho preferito consolidare il mio percorso professionale,  limitando l’attività politica, che tuttavia non è mai cessata. Ho quindi seguito il percorso di trasformazione del PDS in DS fino alla  nascita del  PD.
Sollecitata all’inizio dal mio circolo territoriale (il circolo Oltretorrente), poi da tutto il Partito, ho accettato nel 2009 una candidatura di servizio alle Europee, conclusasi con il notevole risultato di 30.000 preferenze nel Collegio Nordest, di cui 7000 nella città di Parma, dove battei l’allora Presidente del Consiglio Berlusconi.

A seguito di quel risultato entrai a far parte della Segreteria regionale di Stefano Bonaccini occupandomi dell’area tematica “Innovazione, Ricerca ed Università” fino al 2011.

Dopo le Elezioni Regionali del 2014, il Presidente Stefano Bonaccini mi ha chiamata a far parte della sua Giunta, nominandomi Assessore Regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Emilia-Romagna, incarico che ho ricoperto fino ad ora.